Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

martedì 1 luglio 2014

Vallon Des Gardes di Maria Luisa Spaziani

Victor Nizovtsev
Ti penso in un paese che di vele
e di ulivi fiorisce alla tua ombra,
che risucchia dal cielo una crudele
bellezza di inquietudine profonda,
che ambiguamente un turbine alle rive
scompiglia nelle chiome dolciamare
e i deliranti vortici sprofonda
nel silenzio del mare,
se il tuo sguardo - o la luce? - la saggezza
d'ogni radice beve
(oro, violette, neve).
***
LE ACQUE DEL SABATO

Maria Luisa è mancata ieri
coloro che mi seguono sanno
quanto io l'amassi.

4 commenti:

Rose ha detto...

Un omaggio nato nel cuore, che Maria Luisa raccoglierà.

2 luglio. Che velocità.

Buona giornata!

Francesca Vicedomini ha detto...

Era sublime, mi mancherà...

Juliet ha detto...

(oro,violette,neve)

"non fioriranno più queste mie notti
che una suprema luce ancora illude
ora che il fuoco è spento, e che la vita in sè, fiore di tenebra, si chiude."

Se n'è tornata nella corolla del fiore, luisa, e non vede più la tenebra
Buonanotte, carissime donne

Rose ha detto...

Dedicata a Francesca