Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

mercoledì 8 aprile 2009

Lontana di Giovanni Pascoli

Corcos Cantare, il giorno, ti sentii: felice?
Cantavi; la tua voce era lontana:
lontana come di stornellatrice
per la campagna frondeggiante e piana.
Lontana sì, ma io sentia nel cuore
che quel lontano canto era d'amore:
ma sì lontana, che quel dolce canto,
dentro, nel cuore, mi moriva in pianto.
(Myricae)

2 commenti:

Alessandro ha detto...

bellissima! davvero!

Francesca Vicedomini ha detto...

Il mio adorato Giovanni Pascoli.