Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

giovedì 12 febbraio 2009

Ai giovani di Alda Merini

BuigasBella ridente e giovane
con il tuo ventre scoperto,
e una medaglia d'oro
sull'ombelico,
mi dici che fai l'amore ogni giorno
e sei felice e io penso che il tuo ventre
è vergine mentre il mio
è un groviglio di vipere
che voi chiamate poesia
ed è soltanto tutto l'amore
che non ho avuto
vedendoti io ho maledetto
la sorte di essere un poeta.

2 commenti:

Donnachenina BLOG ha detto...

Grande, veramente grande questa Ada, chiederei 20 anni di meno di vita a Dio, pur di mantenere la sua capacità di osservare il mondo così poeticamente e non altro...
Un saluto
Franca

Francesca Vicedomini ha detto...

Ciao cara Franca.