Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

martedì 18 settembre 2012

Rue d'Itaca di Maria Luisa Spaziani

Filippo De Pisis*Parigi
Parigi, melograna che scoppi di bellezza
sotto foglie brunite, le ardesie dei tuoi tetti.
La bruma azzurra di settembre. Un passero
cuce i suoi passi sulla vite del muro.
Ogni nevrosi mi trasformi in luce,
mare che vinci l'invincibile morte,
Penelope che il drappo mai finisci.
Bella maturità che non deludi,
amore lungo che non mi tradisci.

1 commento:

Roberto ha detto...

Messa qui:

https://www.facebook.com/pages/Versi-dispersi/234927519914522?ref=ts

Ciao e complimenti per il blog