Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

sabato 4 agosto 2007

Filosofia dell' amore di Percy Bysshe Shelley

Filosofia dell'amore
Le fonti si confondono col fiume
i fiumi con l'Oceano
i venti del Cielo sempre
in dolci moti si uniscono
niente al mondo e' celibe
e tutto per divina legge
in una forza si incontra e si confonde.
Perche' non io con te ?
Vedi che le montagne baciano l'alto
del Cielo, e che le onde una per una
si abbracciano. Nessun fiore-sorella
vivrebbe piu' ritroso verso il fratello-fiore.
E il chiarore del sole abbraccia la terra
e i raggi della luna baciano il mare.
Per che cosa tutto questo lavoro tenero
se tu non vuoi baciarmi ?
Trad. G.Conte
(Iris è di Rheam)

1 commento:

oblomov69 ha detto...

Se ti piace Shelley ti segnalo un mio post "Il nuotatore, questo eroe" "http://www.ilportico.ilcannocchiale.it"

Un saluto
Oblomov69