Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

giovedì 30 agosto 2007

Gong di Carlo Bordini

Marsal
gong
Strano che io sia un bam-
bino capriccio-
so che protesta per-
ché la mamma
non gli dà una mela.
Ho quarant'
anni e tu ne hai molti,
molti
meno di me...
dici che so-
no più
piccolo di te,
è vero, ma è stra-
no,
tu sei la mia mamma,
io ti voglio bene,
so che non mi lascerai
mai,
non an-
dare con gli
uomini cat-
tivi,
mamma
io n
on
voglio
io
v
o
glio
che
tu
re
sti
se
mpre
c
on
m
e
m
a
m
m
a
mamma
mamma

2 commenti:

araba fenice ha detto...

insomma.. questo Bordini proprio non mi va giù cara Francesca >_<

Francesca Vicedomini ha detto...

A me invece sta simpatico....certo non è il solito tipo di poesie, all'inizio l'ho trovato scorbutico, ma ora.....