Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

sabato 11 agosto 2012

Metro di Chicago e Come un libro di Diego Valverde Villena

Norman Rockwell
METRO DI CHICAGO
Durante il viaggio
la donna della tua vita ripetute volte ti sfugge,
sempre nel lato opposto della via,
nell’altro binario,
nell’altra fila,
uscendo dal museo o dal ristorante quando tu entri:
un secondo di esitazione è sufficiente.
*********************
A lo largo del viaje
la mujer de tu vida se te escapa repetidas veces,
siempre en el lado opuesto de la vía,
en el otro andén,
en la otra cola,
saliendo del museo o del restaurante cuando tú entras:
un segundo de vacilación es suficiente.
♥♥♥♥♥♥♥♥♥
COME UN LIBRO
Perduto,
abbandonato tra file estranee,
ostaggio di congeneri fortuiti che intendono altro idioma,
vittima dell’azzardo di un bibliotecario burlone
o una mano inesperta,
solo e lasciato da una parte,
finché qualcuno non mi trovi.
***********************
Perdido,
abandonado entre filas extrañas,
rehén de congéneres fortuitos que entienden otro idioma,
víctima del azar de un bibliotecario burlón
o una mano inexperta,
solo y soslayado,
hasta que alguien me encuentre.
(traduz. di Valerio Nardoni)

5 commenti:

Nidia ha detto...

Assolutamente deliziosa 'metro di Chicago'! Ma dove le scovi queste rarità carinissime? (sarà per questo che non ho incontrato ancora l'uomo della mia vita? :-))

Ardea Cinerea ha detto...

No, è perchè se noi prendiamo la metro l'uomo/donna della nostra vita va a piedi o prende l'auto... se prendiamo l'auto o andiamo a piedi lui/lei prende la metro.

Buon percorso a tutti

Francesca Vicedomini ha detto...

Ahhh Nidia spero ti soddisfi la risposta di Gianrico!
Io non so che dire questa è materia davvero complessa....
Grazie del complimento, in realtà sono una girovaga della poesia perennemente alla ricerca.

Nidia ha detto...

;-)* la mia era una battuta.
Volevo dirti doppiamente grazie, mia cara, per avermi fatto conoscere questo poeta, del quale non ho trovato altre poesie tradotte in italiano.

Francesca Vicedomini ha detto...

Ne conosco un'altra, si intitola Cartina, la metterò più avanti...buon caldo..