Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

domenica 18 novembre 2012

Bella e somigliante di Paul Éluard

Gerald Leslie Brockhurst*1934
Un viso alla fine del giorno
Una culla tra le foglie morte del giorno
Un mazzo di pioggia ignuda
Nascosto ogni sole
In fondo all'acqua ogni fonte delle fonti
Spezzato ogni specchio degli specchi
Nelle bilance del silenzio un viso
Una pietra fra altre pietre
Per le rame delle luci estreme del giorno
Un viso che somiglia tutti i visi dimenticati
(Trad. Franco Fortini)
******************
BELLE ET RESSEMBLANTE
Un visage à la fin du jour
Un berceau dans les feuilles mortes du jour
Un bouquet de pluie nue
Tout soleil caché
Toute source des sources au fond de l’eau
Tout miroir des miroirs brisé
Un visage dans les balances du silence
Un caillou parmi d’autres cailloux
Pour les frondes des dernières lueurs du jour
Un visage semblable à tous les visages oubliés.
(La Vie immédiate, 1932)
PAUL ÉLUARD
*18 NOVEMBRE 1952*18 NOVEMBRE 2012

3 commenti:

Ardea Cinerea ha detto...

Amo molto questo poeta.

Buona settimana a te e a tutti....

G.

Rose ha detto...

Bella e coinvolgente.

Trovi certi visi di donna, Francesca... :)

Anche da me buna settimana a tutti.

Francesca Vicedomini ha detto...

Già Rose, grazie, i visi mi colpiscono più di qualunque paesaggio...
Grazie Gianrico e buona settimana a tutti...