Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

mercoledì 21 novembre 2012

Sonetti dal portoghese XXIII di Elizabeth Barrett Browning

Annie Louisa Robinson Swynnerton*The letter
Davvero è così? Se io giacessi morta
Ti mancherebbe un pò di vita perdendo la mia?
E ti parrebbe più fredda la luce del sole
Poichè l'umida tomba circonda il mio capo?
Con stupore, o mio Adorato, lessi
Nella lettera che tu questo pensi. Io sono tua,
Ma...sono così importante? Posso versarti il vino
Se le mie mani tremano? L'anima mia allora, invece
Di sognare morte, ritrova l'umile strada della vita.
E dunque, amami, Amore! A me volgi lo sguardo, il respiro!
Come alle donne illustri non pare strano,
Per amore, abbandonare proprietà e rango,
Io cedo alla tomba per il tuo amore, e scambio
La vicina vista del Paradiso, per la terra con te!
**************
Is it indeed so? If I lay here dead,
Wouldst thou miss any life in losing mine?
And would the sun for thee more coldly shine
Because of grave-damps falling round my head?
I marvelled, my Belovèd, when I read
Thy thought so in the letter. I am thine -
But . . . so much to thee? Can I pour thy wine
While my hands tremble? Then my soul, instead
Of dreams of death, resumes life's lower range.
Then, love me, Love! look on me - breathe on me!
As brighter ladies do not count it strange,
For love, to give up acres and degree,
I yield the grave for thy sake, and exchange
My near sweet view of Heaven, for earth with thee!

3 commenti:

Ardea Cinerea ha detto...

Troppo bella, la riporto da me su FB... Merci Francesca... bonne soirée....

Rose ha detto...

Wow. C'è una bellissima e palpitante tensione d'amore.

Mercole sera, bel tempo si spera.
È stata una bella giornata.

Francesca Vicedomini ha detto...

Lieta vi sia piaciuta, bonne soirèe a tutti carissime/i.