Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

lunedì 5 novembre 2012

I loro occhi sempre puri di Paul Éluard

Amedeo Modigliani*Jeanne
Giorni lenti, giorni di pioggia,
Giorni di specchi infranti e di aghi perduti,
Giorni di ciglia chiuse ai confini del mare,
D'ore una eguale all'altra, giorni di prigionia,
La mente ancora splendida su foglie
E fiori, la mia mente come l'amore è nuda,
L'alba ch'essa dimentica, la umilia
A contemplare il corpo ubbidiente e vano.
Ma li ho visti, i più begli occhi del mondo,
Déi d'argento recavano zaffiri nelle palme,
Veri déi, ed uccelli nella terra
E nell'acqua, li ho visti.
Quell'ali sono le mie, nulla esiste
Oltre quel volo che scuote i miei affanni,
Volo di stella e luce,
Fiume, pianura, dirupo, quel volo,
Flutti chiari dell'ali,
Pensiero mio che vita e morte reggono.
1926
(trad. Franco Fortini)
******************
Leurs yeux toujours purs
Jours de lenteur, jours de pluie,
Jours de miroirs brisés et d'aiguilles perdues,
Jours de paupières closes à l'horizon des mers,
D'heures toutes semblables, jours de captivité.
Mon esprit qui brillait encore sur les feuilles
Et les fleurs, mon esprit est nu comme l'amour,
L'aurore qu'il oublie lui fait baisser la tête
Et contempler son corps obéissant et vain.
Pourtant, j'ai vu les plus beaux yeux du monde,
Dieux d'argent qui tenaient des saphirs dans leurs mains,
De véritables dieux, des oiseaux dans la terre
Et dans l'eau, je les ai vus.
Leurs ailes sont les miennes, rien n'existe
Que leur vol qui secoue ma misère,
Leur vol d'étoile et de lumière,
Fleuve, plaine, rocher, leur vol
Les flots  clairs de leurs ailes,
Ma pensée soutenue par la vie et la mort.
(Capitale de la douleur)

6 commenti:

Rose ha detto...

I pià begli occhi del mondo... ognuno ricorda i suoi personali occhi più belli del mondo.
La Jeanne di Modigliani mi piace moltissimo

Ardea Cinerea ha detto...

La rubo senza vergogna...
Buona settimana a tutti, un saluto,

G.

Francesca Vicedomini ha detto...

Ah! il mio ladro preferito!!!!
Piuttosto lavora un pò dai, correggi il francese, perchè io lo copio ma non lo capisco ahimè!
Jeanne, che sacrificò tutto all'amore di un uomo devastato. (Anche la piccola figlia di 2 o 3 anni, che lasciò sola...)
Buona giornata di sole e tutto sommato ancora caldina....

Ardea Cinerea ha detto...

Mi pare vi sia un problema nelle ultime righe... dovrebbe essere così:

Leurs ailes sont les miennes, rien n’existe
Que leur vol qui secoue ma misère
Leur vol d’étoile et de lumière
Leur vol de terre, leur vol de pierre
Sur les flots de leurs ailes,

Ma pensée soutenue par la vie et la mort.

Francesca Vicedomini ha detto...

Mi hai preso sul serio!!!
In verità, la tua versione l'ho vista anch'io, ma il mio libro la da diversa che fare???
Buon mercoledì...

Ardea Cinerea ha detto...

Pardon... lascia così, il senso non cambia...
Un saluto a te e a tutti soliti noti e pure agli ignoti, va...
Buon WE

G.