Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

lunedì 20 maggio 2013

Tramonto di Giuseppe Ungaretti

Harald Sohlberg*1905
Versa il 20 maggio 1916

IL CARNATO DEL CIELO
SVEGLIA OASI
AL NOMADE D'AMORE
*
(Il porto sepolto)

3 commenti:

ellie ha detto...

quanto mi piace... breve, essenziale, sempre di grande effetto!
un abbraccio

Rose ha detto...

Il rosa carne di certi tramonti e i palpiti del cuore di Ungaretti... bellissima.

Ricicciato.... domani è un altro giorno e primavera si è nascosta,

Francesca Vicedomini ha detto...

E' proprio splendida vero? Un abbraccio...