Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

mercoledì 27 aprile 2011

La capinera di Giovanni Pascoli

Marianne Stokes
Il tempo si cambia: stasera
vuol l'acqua venire a ruscelli.
L'annunzia la capinera
tra li àlbatri e li avornielli:
tac tac.
Non mettere, o bionda mammina,
ai bimbi i vestiti da fuori.
Restate, che l'acqua è vicina:
udite tra i pini e gli allori:
tac tac.
Anch'essa nel tiepido nido
s'alleva i suoi quattro piccini:
per questo ripete il suo grido,
guardando il suo nido di crini:
tac tac.
Già vede una nuvola a mare:
già, sotto le goccie dirotte,
vedrà tutto il bosco tremare,
covando tra il vento e la notte:
tac tac.
(I Canti di Castelvecchio)

5 commenti:

viola ha detto...

Buon mercoledì a te cara Francesca:)

Ardea Cinerea ha detto...

Merci a Viola e a Francesca... oggi lascio parlare Lao-Tzu:

81. MANIFESTARE LA SEMPLICITÀ
La verità non è sempre bella, né le belle parole sono la verità.
Quelli che hanno la virtù, non hanno bisogno di argomenti per la loro causa, perché essi sanno che qualunque argomento non è di alcun profitto.
Quelli che hanno conoscenza del modo naturale non si addestrano in astuzia, mentre quelli che usano l’astuzia per governare le loro vite e quelle degli altri,
non sono bene informati del Tao, e neppure della naturale felicità.
Il saggio cerca di non avere un deposito di cose o conoscenza, perchè lui sa, che meno lui ha di queste cose, e più ne ha, e che più lui ne dà, e più grande sarà la sua abbondanza. La via del saggio è acuta ma non fa danni. La via del saggio è di operare senza astuzia.

Rose ha detto...

Stavolta è un nido di crini... ogni uccello costruisce un nido secondo la sua antica sapienza, e sa come prepararsi al maltempo, come proteggere i suoi piccoli, forse un po' meglio di quanto sappiano fare certe bionde mammine! ;)

Buon mercoledì.

viola ha detto...

Grazie Gianrico..:)

Francesca Vicedomini ha detto...

Grazie Gianrico!