Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

domenica 18 settembre 2011

Pesce di Paul Eluard

Munoz Herrera
I pesci, i bagnanti, le barche
Tramutano l'acqua.
L'acqua è dolce e si muove
Sol per quel che la commuove.
Il pesce viene avanti
Come un dito in un guanto,
E danzano i bagnanti lentamente
E la vela respira.
Ma la dolce acqua si muove
Per quel che la commuove
Per il pesce e il bagnante, per le barche
Che in sè porta
E via porta.
*°*°*°*
Poisson
Les poissons, les nageurs, les bateaux
Transforment l'eau.
L'eau est douce et ne bouge
Que pour ce qui la touche.
Le poisson avance
Comme un doigt dans un gant,
Le nageur danse lentement
Et la voile respire.
Mais l’eau douce bouge
Pour ce qui la touche,
Pour le poisson, pour le nageur, pour le bateau
Qu'elle porte
Et qu’elle emporte.
(Les animaux et leurs hommes*1920)

5 commenti:

Francesca Vicedomini ha detto...

..per l'ultima domenica d'estate....passatela bene.

Veronica ha detto...

E' per domani... non si se riuscirò a reggere. E' un atto dovuto, un atto d'amore per il mio Ulisse...
Vorrei solo che capisse che lo faccio per lui. E' questo che mi sta distruggendo...
E' dura. Impossibile. Ma debbo farcela. Addio Ulisse mio compagno di percorso...

Francesca Vicedomini ha detto...

Veronica....un abbraccio a te e a lui. Scrivici poi, abbiamo bisogno di sentirti!

Rose ha detto...

Veronica, non sai quanto ti capisco.
Gli animali sono in contatto con la natura più di quanto lo siamo noi: capirà il tuo gesto d'amore, non dubitarne.
Porta a Ulisse anche il mio abbraccio, e uno tienilo per te.
Insieme a Francesca ti chiedo di continuare a scrivere, come vuoi, quando vuoi, se vuoi.

Ardea Cinerea ha detto...

Un pensiero e un abbraccio da Gianrico. Coraggio.