Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese,
quando partisti, come son rimasta,
come l'aratro in mezzo alla maggese.

martedì 22 maggio 2012

In questa notte, in questo mondo di Alejandra Pizarnik

Gerald Leslie Brockhurst*Ranunculus
A Martha Isabel Moia
In questa notte in questo mondo
Le parole del sogno dell'infanzia della morta
Non è mai questo ciò che uno vuole dire
La lingua natale castra
La lingua è un organo di conoscenza
Del fallimento di ogni poema
Castrato dalla sua stessa lingua
Che è l'organo della ri-creazione
Del ri-conoscimento
Ma non quello della ri-surrezione
Di qualcosa in maniera di negazione
Del mio orizzonte di sofferenza con il suo cane
E niente è promessa
Tra il dicibile
Che equivale a mentire
(tutto quello che si può dire è bugia)
il resto è silenzio
solo che il silenzio non esiste
no
le parole
non fanno l'amore
fanno l'assenza
se dico acqua, berrò?
Se dico pane, mangerò?
In questa notte in questo mondo
Straordinario silenzio quello di questa notte
Quello che succede nell'anima non si vede
Quello che succede nella mente non si vede
Quello che succede nello spirito non si vede
Da dove viene questa cospirazione dell'invisibilità?
Nessuna parola è visibile.

(Testi in ombra e ultimi poemi)
┬┬┬┬┬┬┬┬
EN ESTA NOCHE, EN ESTE MUNDO
A Martha Isabel Moia
en esta noche en este mundo
las palabras del sueño de la infancia de la muerta
nunca es eso lo que uno quiere decir
la lengua natal castra
la lengua es un órgano de conocimiento
del fracaso de todo poema
castrado por su propia lengua
que es el órgano de la re-creación
del re-conocimiento
pero no el de la re-surrección
de algo a modo de negación
de mi horizonte de maldoror con su perro
y nada es promesa
entre lo decible
que equivale a mentir
(todo lo que se puede decir es mentira)
el resto es silencio
sólo que el silencio no existe
no
las palabras
no hacen el amor
hacen la ausencia
si digo agua ¿beberé?
si digo pan ¿comeré?
en esta noche en este mundo
extraordinario silencio el de esta noche
lo que pasa con el alma es que no se ve
lo que pasa con la mente es que no se ve
lo que pasa con el espíritu es que no se ve
¿de dónde viene esta conspiración de invisibilidades?
ninguna palabra es visible.

(Textos de sombra y últimos poemas)

8 commenti:

Rose ha detto...

Mi ha fatto pensare a Novalis("Noi cerchiamo soprattutto l'incondizionato e troviamo sempre solo cose") e a Rilke ("Io temo tanto la parola degli uomini").

Una poetessa che non conoscevo. Felice di averla letta.

Grazie come sempre, Francesca, e buona nottata.

Ardea Cinerea ha detto...

La sostanza delle cose - della vita, della poesia, dell'amore - è vivente ed è uno squarcio ed un cammino, una via... ma i più, distratti dagli effetti e dal loro gioco cangiante, non sospettano nemmeno l'esistenza delle cause. Così tutto fluisce e in quello stesso fluire si disperde e si perde.

Francesca Vicedomini ha detto...

Grazie a tutti e due!
Pensate che sulla poesia dedicata alla Madonna mi sono arrivati i soliti commenti sui siti porno: bella scelta eh?!

Rose ha detto...

Vuoi dire che c'è gente che suggerisce di andare sui siti porno invece che proporre una poesia sulla Madonna di Guittone d'Arezzo?
So che è ben triste, ma non mi meraviglio: conosco gente che vive e pensa come se fosse rinchiusa sul set di un filmaccio porno di serie D, e quel che è peggio, che ha perso la chiave per uscirne.

Un abbraccio ad Ardea.

Francesca Vicedomini ha detto...

Volevo dire che di tutte le poesie che ci sono, prendere quella della Madonna...ma mi sa che non le leggono le poesie!
Buon soba!

Ardea Cinerea ha detto...

Merci Rose, ricambio...
Francesca, magari si sono confusi con la cantante. Cose che capitano...
Quasi la fine della settimana yuppiii (ma detto con tono normale).

Rose ha detto...

Francesca, magari si sono confusi con la cantante. Cose che capitano...

Ah ah ah!

Francesca Vicedomini ha detto...

ahah davvero, succede....